I piccoli artisti in casa

dipinto in nero della piccola artista

I bambini dimostrano spesso una spiccata verve artistica che cercano di esternare spesso all’insaputa dei genitori.

Anche se hanno una speciale predilizione per i pennarelli, che vengono però concessi solo sotto strettissima sorveglianza, riescono ad esprimere il loro talento artistico anche con matite, matite a cera, gessetti .

I genitori cercano di limitarli nelle loro esecuzioni pittoriche ad anonimi fogli di carta bianca, spesso tentando di ghermirli con album da colorare con i loro personaggi preferiti. Ma si sa l’anima artistica è libera, non gradisce costrizione, vuol essere espressa così come si presenta, senza rispetto di regole coercitive.

Una delle più diffuse espressioni artistiche dei piccoli di casa è l’affresco su muro bianco, che non necessita di particolari preparazioni, ma vive dell’estemporaneità del momento.

Se sopra ne vediamo un classico esempio a matita in cui un elaborato sviluppo centrale viene contornato da linee curve a cornice, nel quadro sottostante potete ammirare un elaborato, sempre a matita, in sviluppo verticale.

graffito nero su bianco

Caratteristica principale dell’affresco al muro è l’uso di un singolo colore, quello che si riesce a sottrarre furtivamente dal sacchetto delle matite.

Altra caratteristica è la composizione frettolosa, una corsa contro il tempo con la sottrazione della matita.

Qui sotto un elaborato in rosso.

dipinto in rosso della piccola artista

Ad un analisi posteriore (l’artista non ha voluto commentare) questo altro esempio di affresco in verde denota una partenza a linee orizzontali e poi un ripensamento con linee verticali . L’opera è però da ritenersi incompiuta in quanto interrotta da intervento genitoriale. Non sapremo mai quali erano le reali intenzioni dell’artista.

dipinto in verde della piccola artista

Ma l’artista è eclettico e quando gli viene permesso può dare sfogo alla sua indole che prevede l’uso di colori in quantità, anche sovrapposti l’uno all’altro fino a confondersi.

Vediamo in questo tavolinetto da esterno l’uso di una varietà di colori. Si noti che c’è un progetto preciso, per cui sono i bordi del tavolino ad essere completamente coperti, mentre più al centro ci sono delle macchie di colore isolato. Non è dato sapere se il fatto è dovuto ad una precisa intenzione artistica o al fatto che  al bordo arriva comodamente e per il centro si deve allungare sulla punta dei piedi.

la decorazione del tavolinoAnche se le maggiori espressioni riguardano la pittura, le capacità artistiche dei bambini spaziano anche in altre tecniche, dimostrando spesso fantasia e adattamento ai materiali a disposizione.

Si può notare su questa anta di mobile in legno di ciliegio un decoupage con adesivi che se anche classicamente destinati alla sigillatura delle buste di auguri natalizi, qua sono stati rielaborati in decorazioni domestiche. D’altra parte erano rimasti inutilizzati, quindi si tratta di opera ecologica con materiali di recupero molto di moda.

decoupage su anta mobile sala

Una altro settore in cui si sperimenta molto è la scultura. Purtroppo le opere svolte con Didò non durano nel tempo e finiscono poche ore dopo nei rispettivi barattoli in attesa di successivo utilizzo.

Si può però ammirare nel campo dell’opera scultorea questa porta bianca con graffiti, ottenuti con un corpo contundente di cui non abbiamo ancora rinvenuto la natura.

graffiti su porta bianca

La vena artistica dei bambini è veramente contagiosa, tanto che presto mi dedicherò anche io alla pittura. Probabilmente userò un barattolo di bianco idrorepellente, lavabile, con pennello grande o rullo da imbianchino. Ma non avrà nulla di espressivo, anzi sicuramente il vero artista non apprezzerà il mio lavoro e vorrà di nuovo decorarlo a modo suo.



I piccoli artisti in casa ultima modifica: 2014-03-09T19:22:42+00:00 da admin-Salvatore

Parliamone, lascia un commento