Se è il momento di stirare, usa una caldaia ad alta pressione

stirare con rowenta

Uno dei compiti che più assillano le mamme è stirare .

Mandare i bambini a scuola con il grembiulino bianco abbagliante non basta, deve essere anche perfettamente stirato .

E se il bambino è più grande e non usa più il grembiule, il nostro primogenito è già alle medie, è anche più difficile mandarlo a scuola con delle stirature impeccabili.

Ogni mamma sa quanto sia importante un vestito stirato. E’ la classica prima impressione, il colpo d’occhio che distingue un bambino curato dai suoi genitori e non solo nell’abbigliamento .

Però non è che ci sia tutto questo tempo per stirare. Se si deve stirare per quattro persone ad esempio (ed il marito è esigente con il colletto delle camicie) occorre avere veramente almeno un’ora libera per farlo.

Solitamente l’ora migliore per stirare è dopo cena, quando i bambini sono a letto. Di giorno si viene continuamente interrotti e la bambina piccola potrebbe allungare la mano verso il ferro caldo lasciato incustodito.

Ma dopo aver affrontato tutta la giornata, la mamma, o il papà se collabora nella stiratura, non vede l’ora di andare a letto.

Perciò stirare deve essere una cosa fatta bene, ma non deve essere una fatica e si spera di farlo nel modo più veloce possibile. E questo si ottiene solo se si utilizza un ferro da stiro professionale .

Il classico ferro da stiro della mamma non è più adatto. Ci vuole un vero ferro a caldaia .

Magari pensate che sia proprio quello che state usando, ma forse non è così. Infatti vengono spacciati per ferri a caldaia anche i ferri con serbatoio dell’acqua separato. Ma non è assolutamente la stessa cosa.

Questi ferri hanno il serbatoio dell’acqua più grande di un ferro normale, ma il vapore viene comunque prodotto dalla piastra del ferro. Nessuna potenza in più rispetto al ferro normale.

Un vero ferro da stiro a caldaia nella parte separata con il serbatoio ha anche la caldaia, che trasforma l’acqua in vapore pressurizzato pronto all’uso ed arriva già caldo attraverso il cavo alla piastra stirante.

Solo una caldaia separata con generatore di vapore produce vapore pressurizzato che penetra in profondità nelle fibre di tessuto, per risultati perfetti in tempi record, molto più veloce di un classico ferro da stiro.

Ma come riconoscere un vero ferro a caldaia ?

ferro a caldaia rowenta

Al momento dell’acquisto bisognerebbe leggere bene le caratteristiche del ferro per capire  quale tipo abbiamo davanti e studiare in particolar modo il peso, che non può essere sotto i 3 chilogrammi o dimensioni troppo piccole e i bar della pressione .

Ma senza perdersi in tutte le caratteristiche c’è un modo infallibile e visibile a colpo d’occhio .

Un vero ferro a caldaia ha un tappo laterale visibile direttamente sulla caldaia, come il Rowenta silence steam in foto che abbiamo testato .

La stazione da stiro a vapore rowenta si presenta davvero bene esteticamente: è sinuosa e il pannello di controllo nella parte posteriore è molto articolato e dà subito l’idea di poter fare tutto.

comandi ferro da stiro silent rowenta

Appena aperta la scatola ho notato le istruzioni semplificate messe all’interno dell’aletta: Il ferro ha molte funzioni ma grazie a queste prime istruzioni intuitive ho potuto usare subito il ferro; con il tempo imparerò tutte le funzioni descritte nel libretto delle istruzioni che comunque è facile da capire e interpretare .

Per prima cosa ho riempito il serbatoio con metà acqua decalcificata e metà di rubinetto. Si può usare anche solo l’acqua di rubinetto, il ferro ha una funzione per il controllo del calcare, ma nella mia zona l’acqua è molto dura ed ho preferito una miscela. Per il calcare c’è l’apposita astina su un lato della caldaia che va asportata quando lampeggia la spia del calcare e sciacquata sotto acqua corrente prima di riposizionarla.

Ho posizionato la temperatura del ferro al massimo (io stiro sempre così) e la potenza della caldaia sull’utilissima funzione eco che mi dà sempre una buona potenza di vapore ma allo stesso tempo fa risparmiare elettricità. Il mio vecchio ferro aveva 4 bar e 90g vapore contro i 260g e i 6 bar del rowenta quindi anche in modalità risparmio energetico ho tutta la potenza che mi serve.

A proposito di tempi rapidi la caldaia si scalda in un attimo, subito pronta a stirare ed anche se dovessimo stirare a lungo consumando tutta l’acqua (il serbatoio porta fino 1,5 lt) è possibile rifornire il serbatoio senza attendere il raffreddamento della caldaia: possiamo ricaricare subito il serbatoio e premendo il tasto restart saremo subito in grado di riprendere il lavoro..

Abituata al mio ferro precedente la prima volta ho orientato il getto del vapore su uno straccio da cucina per paura di fuoriuscite di acqua, ma con il rowenta ho avuto subito un getto di vapore consistente.

Il ferro è abbastanza pesante ma ciò è un bene per la stiratura, si riesce a stirare in un solo passaggio .

Ho trovato molto comodo il tasto per il vapore sotto al manico proprio a portata dell’indice quindi facile e pratico da usare. Sopra al manico invece c’è il tasto per avere il vapore concentrato solo in punta per stirare punti difficili.
Sulla caldaia c’è anche il tasto boos che dà una maggiore potenza vapore in caso si debbano stirare indumenti difficili come quelli di lino. Il boost dura fino 15 minuti e se non viene disattivato si spenge da solo dopo questo tempo.

Il ferro consente anche la stiratura verticale utile per esempio per i grembiulini dell’asilo che vengono così stirati direttamente sulla gruccia o può essere utile per rinfrescare un abito prima di indossarlo.

blocco ferro da stiro

Finito di stirare il ferro si distingue ancora per maneggevolezza : sulla caldaia in corrispondenza della punta del ferro da stiro c’è un dispositivo di bloccaggio in modo che il ferro non rischia di cadere nel trasporto. Nonostante le dimensioni è comunque maneggevole e offre comode cavità di presa per sollevarla e gestirla, ha anche un comodo vano per il cavo elettrico e l’alloggio per il cavo vapore così da ridurre l’ingombro quando è riposta(io la tengo nell’armadio).

Dopo il primo utilizzo ne sono pienamente soddisfatta visto anche come ha stirato bene i miei panni usciti da una centrifuga a 1600 giri; ha sicuramente una potenza vapore e una scorrevolezza della piastra mai trovati in altri ferri a caldaia di varie marche che negli anni ho posseduto.

Con un ferro con caldaia ad alta pressione come questo il momento della stiratura non sarà più un problema ed i risultati saranno quelli che ci aspettiamo per mostrare con orgoglio al mondo la nostra famiglia in abiti impeccabili.

Se è il momento di stirare, usa una caldaia ad alta pressione ultima modifica: 2015-01-27T22:24:07+00:00 da Fabiana

Parliamone, lascia un commento