Se tuo figlio mente, non te ne accorgi

Tuo figlio ti racconta che ha già finito di studiare, che non è stato lui a rompere il bicchiere, che a scuola lui non correva nei corridoi e che non è stato sgridato dalla maestra .

Tu lo guardi in faccia, gli fai un sorriso e gli credi . Quasi sempre gli credi .

Pensi che se tuo figlio ti mente guardandoti negli occhi te ne accordi immediatamente . Accidenti, te ne accorgi anche di spalle, senti l’acido profumo delle bugie ancora prima che escano dalla sua bocca  .  Non ti frega, non ti può ingannare, lui lo sa .

O così credi . Così crediamo tutti i genitori .

Gli adulti pensano di essere sufficientemente abili nel riconoscere una menzogna detta da un bambino e valutano regolarmente se i bambini stanno dicendo la verità in una varietà di contesti, a a scuola come in casa . E chi per professione deve riconoscere la bugia dalla verità raccontata da un bambino, ad esempio in ambienti legali e nelle indagini di maltrattamento, pensa che riconoscere le bugie di un bambino sia largamente più semplice che riconoscere quelle degli adulti.

Sbagliato .

Non sappiamo riconoscere le bugie dei bambini

Secondo una ricerca, i meglio una analisi delle ricerche già condotte in questo campo,  la capacità degli  adulti di rilevare le dichiarazioni ingannevoli prodotte dai bambini è ridotta, molto inferiore a ciò che da genitori pensiamo .

Sono stati analizzati 45 esperimenti che coinvolgono 7.893 giudici adulti e 1.858 bambini in un lavoro di raccolta e di revisione di articoli scientifici precedentemente pubblicati. I ricercatori della School of Social Ecology dell’Università della California di Irvine hanno così esaminato la capacità degli adulti di discriminare le affermazioni vere, dette da bambini, da quelle false.




In generale, gli adulti potrebbero accuratamente distinguere verità / menzogna ad un tasso medio del 54%, che è leggermente ma significativamente superiore ai livelli casuali. Il tasso medio a cui vere dichiarazioni sono state correttamente classificate come oneste era più alta (63,8%), mentre il tasso a cui le bugie sono state classificate come disoneste non era diverso dal caso, anzi più basso (47,5%).

Questo significa che se il bambino dice la verità, giustamente siamo disposti a credergli . Ma se nostro figlio dice una bugia in più della metà delle situazioni siamo portati a credergli .

bugie da bambino

Le analisi esplorative hanno rivelato che l’età del bambino non ha influenzato significativamente l’ affidabilità con cui gli adulti potevano discriminare verità o menzogna dal caso.

Le affermazioni false sono state smascherate in appena il 47% dei casi. “Avremmo avuto la stessa performance se le persone avessero risposto casualmente” scrivono i ricercatori.

Al contrario, essere genitori rende il compito più arduo nei confronti dei propri figli. In un altro studio pubblicato qualche mese fa, i genitori sono risultati più propensi ad attribuire attendibilità alle affermazioni dei loro bambini, indipendentemente dalla loro veridicità, dimostrando come il legame parentale sia un fattore importante nel giudizio dell’adulto.

Non ci posso credere

cavez e le bugie

Vignetta di Cavez

Questo è il risultato della scienza .

Ma io ancora non riesco a credere che mio figlio riesca a nascondermi qualcosa . Colgo lo sguardo abbassato, gli occhi che sfuggono, il linguaggio. Inventarsi scuse o costruire alibi che neanche nei migliori polizieschi non lo salva dal mio insindacabile giudizio .

Se dice una bugia, lo so .  Sono sicuro, anche se la scienza dice il contrario .

E tu ? Pensi di riconoscere le bugie dette da tuo figlio ?  Quando lo hai sorpreso a dire una bugia ? Cosa fai quando ti racconta una bugia ?

Se tuo figlio mente, non te ne accorgi ultima modifica: 2016-10-19T21:54:49+00:00 da Salvatore - admin

Parliamone, lascia un commento