La pressione alta nei bambini. Diffusa per diete e stili di vita non appropriati

Normalmente si pensa che l’ipertensione, cioè la pressione arteriosa alta, sia un problema di salute che riguarda gli anziani prevalentemente e in parte situazioni particolari della popolazione sopra i 40 anni.

In realtà l’ipertensione si può manifestare anche da bambini: in Italia quattro under 10 su cento soffrono di pressione alta, mentre la percentuale sale al 10% dei ragazzi se si considera la fascia di età fino a 18 anni.

A lanciare l’allarme è la Società italiana di cardiologia (Sic), che tiene a dicembre a Roma il suo 78esimo Congresso nazionale.

Il problema dell’ipertensione infantile è legato spesso ad uno stile di vita non salutare, con abitudini a tavola non salutari e scarsa attività fisica. Tenuto conto di questo in caso di riscontro di ipertensione infantile prima di procedere con una cura farmacologica si tenta di intervenire con la pratica regolare di attività fisica, il controllo del peso corporeo e la riduzione del consumo di sodio.

Per tenere sotto controllo la salute cardiovascolare dei bambini, soprattutto per quelli in sovrappeso, è consigliato fare la misurazione della pressione una volta all’anno a partire dai cinque anni. L’ipertensione infantile può anche essere sintomo di patologie più gravi, indice di problemi renali, e questo è un altro motivo per cui è meglio monitorarla sin da piccoli.

controllo della pressione da bambini

Mentre per gli adulti esistono tabelle con parametri precisi in cui devono rientrare le misurazioni per definire un adulto con pressione arteriosa normale, ipoteso o diversi gradi di ipertensione, nei giovani in sviluppo di crescita non ci sono valori di riferimento universali per la pressione arteriosa: la pressione in questi casi varia in funzione di diversi fattori quali altezza, età, sesso.

Essendo il range della pressione intesa normale in funzione della posizione sulla curva di crescita, può succedere che valori identici di pressione in bambini della stessa età possano risultare normali od eccessivi a seconda dell’altezza del bambino.

Come detto in caso di ipertensione infantile bisogna intervenire sulle sue abitudini di vita, per due principali motivi:

– evitare che un bambino iperteso sia anche un adulto iperteso. Se da bambino si insegnano abitudini alimentari e stili di vita sbagliati, l’adulto che verrà avrà lo stesso stile di vita, ed i rischi di ipertensione saranno alti e con conseguenze sulla salute ben più gravi rispetto a quando era bambino: problemi cardiocircolatori, predisposizione all’infarto

– l’efficacia e la sicurezza dei farmaci in età pediatrica sono poche dato che la maggior parte della ricerca farmacologica in questo campo riguarda gli adulti.

La pressione alta nei bambini. Diffusa per diete e stili di vita non appropriati ultima modifica: 2017-12-16T19:45:02+00:00 da Salvatore - admin

Parliamone, lascia un commento