Green è il lavoro per i nostri giovani

Green economy: scenari e strumenti per l’orientamento Politiche per l’orientamento con attenzione alle scuole medie e superiori.

Il legame tra strategie ambientali, innovazione e sviluppo di occupazione è stretto e innegabile.

Il percorso verso economie più sostenibili ha implicazioni di vasta portata per il mercato del lavoro, caratterizzato dell’emergere di nuove professioni, dalla progressiva obsolescenza o dalla trasformazione di altre.

È fondamentale monitorare con attenzione le tendenze in atto, indicando ai più giovani le prospettive reali di occupazione.

Anpal Servizi si è quindi indirizzata all’osservazione del mercato del lavoro, alle politiche per l’orientamento ai green jobs, dedicate in particolar modo alle scuole medie e superiori. La scuola è infatti un attore baricentrico.

È fondamentale intervenire sul mondo dell’istruzione, che non riesce a rispondere tempestivamente alla domanda delle imprese.

La scuola è il primo contesto in cui è possibile sensibilizzare i ragazzi rispetto ai temi ambientali, alla scarsità delle risorse, a nuovi modelli di consumo più consapevole.

Cornice ideale in cui sviluppare propensione all’innovazione, creatività e auto imprenditorialità. Si è quindi messo a fuoco la green economy, identificandone opportunità occupazionali e percorsi formativi in ambiti rilevanti per il tessuto del nostro Paese.

Il primo passo di questo lavoro si è concretizzato in un servizio gratuito di Politiche orientamento online per scuole e famiglie, ricco di tutorial, interviste a esperti e professionisti, focus sulle figure professionali.

I contenuti verranno aggiornati alla luce delle priorità europee e nazionali, e saranno resi disponibili dopo le nuove linee di azione.

Inoltre, oggi i cambiamenti climatici impongono ad Anpal Servizi una rinnovata attenzione verso tali scenari e l’urgenza di mantenere un presidio costante, in grado di osservare i cambiamenti del mercato del lavoro, coglierne le ricadute e guidare tutti gli attori coinvolti verso scelte consapevoli.

Non solo quindi orientare giovani e famiglie, ma offrire un contributo concreto per indirizzare e avvicinare esigenze delle istituzioni formative e mondo delle imprese.

green economy

Un esempio di successo di Green Economy

Il sogno green di una giovane neet con Yes I Start Up

Rigenerare abiti usati dando loro una nuova vita.

Grazie al programma Garanzia Giovani, una giovane imprenditrice ha realizzato il suo sogno “green” di rigenerare abiti usati dando loro una nuova vita tramite un’attività di commercio ambulante.

Alessandra 29 enne del casertano ha partecipato ai corsi di Yes I Start Up, progetto gratuito di formazione per l’avvio di impresa promosso da Anpal e curato dall’Ente per il microcredito. Il progetto è dedicato ai giovani tra i 18 e i 29 anni che non lavorano, non studiano e non si stanno formando professionalmente.

Acquisite tutte le competenze necessarie per realizzare il suo progetto green, Alessandra, dopo la creazione di un business plan, ha presentato la domanda di finanziamento.

Sono oltre 1,5 milioni i neet registrati al programma Garanzia Giovani al 31 ottobre 2019. La maggior parte ha un’età compresa tra i 19 e i 24 anni (55,1%); solo il 10,1% non supera i 18 anni. Sono per il 91,4% di cittadinanza italiana, e si concentrano nelle Regioni meridionali (41,9%), mentre sono il 38,8% nelle Regioni settentrionali. I maschi sono leggermente di più delle femmine il 52,2%.

Il 78% dei giovani neet sono stati presi in carico dai servizi per l’impiego, con un aumento di oltre 13mila unità rispetto al mese precedente. Di questi, quasi il 60% è stato avviato ad un intervento di politica attiva. Il tirocinio extra-curriculare è lo strumento più utilizzato (56,7%), mentre la formazione riguarda il 13,2% delle misure. Sono oltre 366 mila cioè il 54,6%, i giovani occupati dopo aver completato l’intervento di politica attiva. Il tasso di inserimento occupazionale rilevato a 1, 3 e 6 mesi dalla conclusione dell’intervento in Garanzia Giovani passa dal 46,4% (dopo 1 mese) al 54,6% (dopo 6 mesi). Il primo ingresso nel mercato del lavoro entro il mese successivo alla conclusione del percorso riguarda il 45,1% dei neet

(comunicato stampa del Ministero dello Sviluppo Economico attraverso il Magazine Multimediale Plus! di gennaio 2020)

Green è il lavoro per i nostri giovani ultima modifica: 2020-02-10T20:47:09+02:00 da Salvatore - admin

Parliamone, lascia un commento

Utilizziamo i dati qui inseriti solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.